Home
Opinioni


I “nostri” Grandi ufficiali dell’Ordine della Stella della solidarietà della Repubblica Italiana PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Giovedì 05 Febbraio 2009 00:00

Fra noi possiamo dircelo: siamo testimoni, in quanto osservatori attenti e pazienti, di una micidiale concentrazione di poteri nell’ambito della Comunità Nazionale Italiana; un accumulo di funzioni, cariche, responsabilità in poche mani, quale prodotto del sistema elettorale e dei regolamenti dell’Unione Italiana in vigore, che di certo non rispecchiano i principi e i criteri prescritti ed attuati in un sistema che si definisce democratico. Trattasi di uno “strapotere anomalo”, senza precedenti nell’ambito della Comunità Nazionale Italiana, che viola l’essenza stessa di un sistema democratico come sistema pluralista e di pluralismo competitivo e che rappresenta uno dei rischi peggiori per la Comunità Nazionale Italiana. E lo stanno a dimostrare le funzioni, gli incarichi e le responsabilità concentrate in tre persone, che della funzione hanno fatto la loro professione, naturalmente sostenuti da una lobby fatta di uomini dalla condiscendenza infinita.

Ultimo aggiornamento Venerdì 03 Aprile 2009 16:27
Leggi tutto...
 
Il consenso elettorale dei massimi rappresentanti dell’Unione Italiana. Conta o non conta? PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Domenica 01 Febbraio 2009 12:26

Il principio fondante della democrazia è il “principio elettivo”. È l’elezione, in democrazia, che legittima la dirigenza.
Quindi, è lecito chiedersi : nell’ambito dell’Unione Italiana il consenso elettorale conta o non conta? La leggittimità rappresentativa dipende oppure non dipende dal consenso elettorale conseguito? Di conseguenza, qual è (era) il consenso elettorale di cui godono (godevano) gli attuali rappresentanti dell’Unione Italiana?
Il sig. Maurizio Tremul ha ricoperto l’incarico di Presidente della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana dal 1991 al 2002 e, in seguito, dal 2002 al 2006 quello di Presidente dell’Assemblea e dell’Unione Italiana, mentre oggi ricopre nuovamente la funzione di Presidente della Giunta esecutiva; il tutto sulla base dei seguenti risultati elettorali conseguiti negli ultimi 15 anni:

Ultimo aggiornamento Sabato 21 Marzo 2009 15:08
Leggi tutto...
 
Povera Unione, perduta fra i carrieristi che della funzione hanno fatto la loro professione PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Domenica 01 Febbraio 2009 12:20
Negli ultimi 14 anni dedicati all’attività politica, e quindi pubblica, ne ho viste di tutti i colori.
Ci mancavano i dirigenti “a vita” della Comunità Nazionale Italiana in Croazia e Slovenia che come politici/italiani sono l’eccezione a tutte le regole, e cioè vogliono e riescono ad imporre sempre le loro “regole del gioco”. Il che non sembra un grande fattore di successo per l’Unione Italiana; anzi, tutt’altro. E’ e rimane un fortissimo segno di debolezza della stessa. Far credere, spargere dubbi e incertezze, che senza alcuni nulla sarebbe possibile fare e realizzare, e che gli altri, sebbene capaci, devono essere rifiutati o costretti a rinunciare (che è la stessa cosa) è una politica opportunistica, fatta in perfetta malafede, sostenuta purtroppo da tanti molto ingenui, e che non è nell’interesse della Comunità Nazionale Italiana. E’ la politica del piccolo cabotaggio individuale degli opportunisti. E’ una politica corporativa, un consociativismo deteriore, e cioè la prassi della collusione, delle omertà reciproche, degli accordi spartitori, che nelle ripartizioni dei mezzi finanziari porta a dei “pastrocchi“ di contentini per tutti.
Ultimo aggiornamento Sabato 21 Marzo 2009 15:14
Leggi tutto...
 
La malagestione dei progetti socioeconomici PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Domenica 01 Febbraio 2009 12:15

Il 28 febbraio 1992 a Buie, l’Assemblea dell’Unione Italiana ha approvato tre progetti definiti “imprenditoriali” che “avrebbero dovuto gettare le basi di una possibile futura autonomia finanziaria della minoranza” (riporta “La Voce del Popolo” del 2 marzo 1992) e cioè:
- il “Rinnovo tecnologico della Casa editrice EDIT di Fiume” (approvato con 41 voti a favore e un astenuto);
- la costituzione dell’Agenzia Informativa Adriatica (AIA) s.r.l. con sede a Capodistria (approvato con 41 voti a favore e un astenuto); e
- la costituzione del CIPO s.r.l. con sede a Pola (approvato con 25 voti a favore su 42 votanti).

Ultimo aggiornamento Sabato 21 Marzo 2009 15:11
Leggi tutto...
 
La politica redazionale de “La Voce del Popolo” PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Sabato 21 Giugno 2008 00:00
E’ dal 2 aprile 2002 ad oggi che il sig. Errol Superina ricopre la funzione di caporedattore responsabile dell’unico giornale quotidiano in lingua italiana in Croazia e Slovenia.
Nella sua nota introduttiva rivolta ai lettori de “La Voce del Popolo” e che viene riportata sul sito internet del quotidiano egli tra l’altro afferma che, citiamo :
Ultimo aggiornamento Sabato 21 Marzo 2009 15:11
Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

JPAGE_CURRENT_OF_TOTAL
hrvatskiitaliano