Home Appunti - Bilješke Accordo tra l'HDZ e i deputati delle minoranze nazionali
Accordo tra l'HDZ e i deputati delle minoranze nazionali PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Giovedì 03 Gennaio 2008 00:00

Il Presidente della Comunità Democratica Croata (HDZ - Hrvatska Demokratska Zajednica) e mandatario per la formazione del nuovo Governo, Ivo Sanader, e i deputati delle minoranze nazionali serba, italiana, ceca e slovacca hanno sottoscritto il seguente Accordo di collaborazione:

Accordo tra la Comunità Democratica Croata, rappresentata dal Presidente dr. sc. Ivo Sanader, e i deputati delle minoranze nazionali, mr. sc. Zdenka Čuhnil, dr. sc. Furio Radin, dr. Vojislav Stanimirović, prof. dr. sc. Milorad Pupovac e Ratko Gajica 

1. Le possibili modifiche della legge elettorale, ai sensi delle sotto citate proposte, saranno discusse nei primi due anni della legislatura, in armonia con la disposizione dell’articolo 15, comma 3, della Costituzione della Repubblica di Croazia.
- gli appartenenti alle minoranze nazionali della Repubblica di Croazia i quali, in base all’ultimo elenco elettorale, costituiscono meno dell’1,5%, oltre al diritto generale di voto dovrebbero avere anche il diritto speciale di voto che è definito nelle disposizioni vigenti della Legge costituzionale sui diritti delle minoranze nazionali;
- la rappresentanza agli appartenenti alla minoranza nazionale serba nella Repubblica di Croazia verrebbe assicurata mediante il diritto generale di voto nelle liste dei partiti della minoranza nazionale serba, in conformità ai meccanismi di legge che si andrebbero a definire, tenendo conto del diritto acquisito della comunità serba ad essere rappresentata da tre deputati che non verrebbe messo in alcun caso in questione.
2. Applicazione coerente delle disposizioni della Legge costituzionale e delle leggi accompagnatorie sulla partecipazione proporzionale degli appartenenti alle minoranze nazionali negli organi di potere a livello statale e locale, ai sensi del Piano d’azione del Governo della Repubblica di Croazia sull’occupazione delle minoranze nazionali.
3. Coerente applicazione delle disposizioni sul bilinguismo nelle unità amministrative e di autogoverno locale, come pure negli organi statali nelle unità di autogoverno locale i cui statuti prevedono il bilinguismo, ai sensi della Legge e degli accordi internazionali in vigore sulla tutela delle minoranze.
4. La definizione del ruolo dello stato nella determinazione dello status dei consigli delle minoranze, il che comporta : la definizione dello status e del cofinanziamento dei coordinamenti nazionali, nonché la realizzazione dei presupposti previsti dalla legge per il lavoro dei consigli delle minoranze.
5. Gli accordi particolari che i deputati al Parlamento della Croazia, cofirmatari del presente atto, sottoscriveranno con la Comunità Democratica Croata costituiranno parte integrante del presente Accordo.

I deputati:

mr. sc. Zdenka Čuhnil

dr. sc. Furio Radin

dr. Vojislav Stanimirović

prof. dr. sc. Milorad Pupovac

Ratko Gajica

Comunità Democratica Croata (HDZ)

Il Presidente

dr. sc. Ivo Sanader

 
hrvatskiitaliano

Manifesti

Vox populi

Il sito web è indipendente, in costante aggiornamento e soggetto ad ampliamento. Questo spazio è libero, gratuito e a disposizione di tutti coloro che vogliono rendere pubblica la propria opinione e che, purtroppo, non sono riusciti ad ottenere un riscontro positivo da parte dei mezzi d'informazione presenti sul territorio istro-quarnerino.

I pareri, le proposte, le idee, i commenti vanno inviati alla seguente e-mail:

voxpopuli@silvanozilli.com

 


Get the Flash Player to see this player.