Home Appunti - Bilješke Tutti al mare, tutti al mare .....
Tutti al mare, tutti al mare ..... PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Venerdì 05 Gennaio 2007 00:00
Come riporta "La Voce del Popolo" del 5 gennaio 2007, alla seduta costitutiva dell'Assemblea della Comunità degli Italiani di Pola (tenutasi il 3 gennaio 2007), dopo la riconferma alla funzione di Presidente della Giunta esecutiva e della Comunità degli Italiani, il sig. Fabrizio Radin "ha subito reso palese alla neo-Assemblea l'intenzione di proporre ai suoi consiglieri l'avvio di un progetto di notevole esigenza ed importanza strategica: l 'acquisizione dello stabilimento balneare di Stoia, in concessione pluridecennale, assieme all'Unione Italiana ed alla Città di Pola", al fine di recuperare e salvaguardare lo storico bagno dei polesani, ritrovo, punto di incontro dove i connazionali si sono sempre riconosciuti e identificati. Naturalmente, la realizzazione del progetto strategico richiederà tanto impegno, tante energie, tanta buona volontà, ma soprattutto tanti mezzi finanziari. "Da quanto dato ad intendere nell'occasione, per Stoia esisterebbe già una certa disponibilità finanziaria iniziale, mentre si valutano le possibilità di concorrere come progetto economico per l'ottenimento di fondi indispensabili a risollevare lo stabilimento dal suo stato di decadenza e renderlo funzionale non solo d'estate ma durante tutto l'arco dell'anno". Ci si propone, quindi, di attingere ai mezzi finanziari assicurati e devoluti dal Governo italiano ai sensi della Legge 19/91 e successive estensioni, e specificatamente ai mezzi finanziari accantonati negli ultimi anni per la realizzazione di progetti ed iniziative di carattere "socio-economico". Visto che il Presidente della Comunità degli Italiani di Pola nonchè Vicesindaco della Città di Pola (sig. Fabrizio Radin) e il Presidente dell’Unione Italiana di Fiume nonchè deputato al seggio specifico della Comunità Nazionale Italiana al Parlamento croato (sig. Furio Radin) sono fratelli, non dubitiamo nell’esito dell’iniziativa.

I fratelli polesani, quindi, a conclusione dell’iniziativa potranno esprimere un’ode al sommo (anonimo) poeta che scrisse: "Tutti ar mare, tutti ar mare / a mostrar le chiappe chiare / co' li pesci, in mezzo all'onne / noi s'annamo a divertì".
E se tale canzoncina non gli aggrada, tra i vari tormentoni della loro stessante vita per i numerosi incarichi ricoperti, durante i momenti rilassanti al bagno di Stoia possono cantare varie canzoncine, come ad esempio : la richiedente "Per quest'anno non cambiare stessa spiaggia stesso mare" (testo di Mogol datata 1963); l'ottimistica "Luglio / col bene che ti voglio vedrai non passerà / ia-ia-ia-ia" (di Riccardo Del Turco del 1968); la giocosa "Un'estate al mare, stile balneare / fare il bagno al largo per vedere da lontano gli ombrelloni-oni-oni" (di Battiato per bocca di Giuni Russo del 1982); la tenue pruritosa "A-abbronzatissima sotto i raggi del sole / com'è bello sognare / abbracciato con te" (di E. Vianello del 1963); l’amorosa "Il tempo va, passano le ore / e finalmente faremo l'amore / solo una volta o tutta la vita / speriamo prima che l'estate sia finita" (di Britti del 1998); la balneare "Sapore di sale / sapore di mare" (di Gino Paoli del 1963) ma anche di "quel gusto un po' amaro di cose perdute", senza dimenticare che prima o poi ci si intristisce perché "l'estate sta finendo / e un anno se ne va / sto diventando grande / lo sai che non mi va" (dei Righeira del 1985); ecc. Ce ne sono altre mille di canzoni assolate, ma speriamo che alla maggior parte di coloro che dovranno decidere in merito all’iniziativa non venga l’insolazione.

 
hrvatskiitaliano

Manifesti

Vox populi

Il sito web è indipendente, in costante aggiornamento e soggetto ad ampliamento. Questo spazio è libero, gratuito e a disposizione di tutti coloro che vogliono rendere pubblica la propria opinione e che, purtroppo, non sono riusciti ad ottenere un riscontro positivo da parte dei mezzi d'informazione presenti sul territorio istro-quarnerino.

I pareri, le proposte, le idee, i commenti vanno inviati alla seguente e-mail:

voxpopuli@silvanozilli.com

 


Get the Flash Player to see this player.