Home Opinioni La politica redazionale de “La Voce del Popolo”
La politica redazionale de “La Voce del Popolo” PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Sabato 21 Giugno 2008 00:00
E’ dal 2 aprile 2002 ad oggi che il sig. Errol Superina ricopre la funzione di caporedattore responsabile dell’unico giornale quotidiano in lingua italiana in Croazia e Slovenia.
Nella sua nota introduttiva rivolta ai lettori de “La Voce del Popolo” e che viene riportata sul sito internet del quotidiano egli tra l’altro afferma che, citiamo :
"La Voce del Popolo deve tornare ad essere la vera bandiera del Gruppo Nazionale Italiano di Croazia e Slovenia. Per farlo bisognerà recuperare credibilità e rispetto, segni distintivi che generazioni di giornalisti onesti e impegnati hanno saputo acquisire ed intessere nel quotidiano in cinquant'anni di duro lavoro e di sacrifici. Sono qualità che non hanno prezzo, che nessun bilancio, nessuna iniezione finanziaria - di cui pure abbiamo bisogno - potrà restituirci se non saremo noi stessi a darci dentro con forza e passione in un continuo, instancabile e serio dialogo con i lettori” e, in seguito, usando termini altisonanti di tipo rivoluzionario, sostiene che
“Informeremo, prenderemo posizioni, non ci arroccheremo su posizioni isolazionistiche e settarie ma apriremo un dialogo civile con tutti, naturalmente anche con quelle posizioni che distano moltissimo dalle considerazioni dei curatori del giornale. Gli indirizzi fondamentali del giornale sosterranno quindi un'informazione libera, pluralistica, democratica, autonoma, responsabile ed esauriente relativa alla CNI e alla sua attività tenendo conto del più ampio ambito sociale, politico, economico e culturale in cui è inserita e con il quale interagisce, sia a livello globale sia sul territorio del proprio insediamento storico”.
Non si può che condividere la presa di posizione, la propositività, i principi elencati e le finalità riportate nel suo editoriale del 2 aprile 2002. Da allora sono passati più di 4 anni. Evidentemente, sembra che qualcosa sia cambiato nel frattempo. Sta di fatto che :
a) il 17 settembre 2006 ho inviato (tramite e-mail) al Direttore dell’Ente giornalistico-editoriale EDIT di Fiume, al Caporedattore de “La Voce del Popolo” e al Caporedattore di “Panorama” l’intervento “Il gioco delle tre carte. Alcune considerazioni sulle ultime elezioni per il rinnovo dell’Assemblea dell’Unione Italiana” (riportato sul presente sito internet) con gentile richiesta di pubblicazione su una delle testate dell’EDIT -fino ad oggi, non ho ricevuto alcuna risposta in merito e l’intervento non è stato pubblicato;
b) l’1 e poi il 3 ottobre u.s. ho inviato (tramite e-mail) al Direttore dell’Ente giornalistico-editoriale EDIT di Fiume e al Caporedattore de “La Voce del Popolo” l’intervento “I nostri grandi ufficiali dell’Ordine della Stella della solidarietà italiana” (riportato sul presente sito internet) con gentile richiesta di pubblicazione -fino ad oggi, non ho ricevuto alcuna risposta in merito e l’intervento non è stato pubblicato;
c) il 3 ottobre u.s. ho inviato (tramite e-mail) al Direttore dell’Ente giornalistico-editoriale EDIT di Fiume e al Caporedattore de “La Voce del Popolo” l’intervento “Il consenso elettorale dei rappresentanti che rappresentano. Conta o non conta?” (riportato sul presente sito internet) con gentile richiesta di pubblicazione -fino ad oggi, non ho ricevuto alcuna risposta in merito e l’intervento non è stato pubblicato.
A tale proposito, colgo l’occasione per invitare gli eventuali interessati (tra di Voi) a leggere gli interventi e, conseguentemente, a valutarne i contenuti e giungere ad una interpretazione personale sulle ragioni della mancata pubblicazione, mentre non posso non esprimere la mia sincera preoccupazione per il comportamento del “nostro” (?) unico giornale quotidiano in lingua italiana che esce in Croazia e Slovenia e della “nostra” (?) unica Casa editrice che, così facendo, di certo non contribuiscono all’affermazione di una libera, pluralistica, democratica, autonoma, responsabile ed esauriente informazione relativa alla Comunità Nazionale Italiana, come cercano di convincerci, ma che i “dati di fatto” sopra riportati smentiscono.
Appunto per tali ragioni si è reso quanto mai necessario e opportuno l’avvio di un sito internet indipendente e libero, a disposizione di coloro che vogliono esprimere la loro opinione, le proprie considerazioni, argomentazioni, ma per i quali non vi è alcun spazio nella politica redazionale de “La Voce del Popolo”; il tutto all’insegna della chiarezza e per l’affermazione di un reale e non immaginifico pluralismo d’opinione e della democrazia anche nell’ambito della nostra Comunità Nazionale Italiana.
Ultimo aggiornamento Sabato 21 Marzo 2009 15:11
 
hrvatskiitaliano

Manifesti

Vox populi

Il sito web è indipendente, in costante aggiornamento e soggetto ad ampliamento. Questo spazio è libero, gratuito e a disposizione di tutti coloro che vogliono rendere pubblica la propria opinione e che, purtroppo, non sono riusciti ad ottenere un riscontro positivo da parte dei mezzi d'informazione presenti sul territorio istro-quarnerino.

I pareri, le proposte, le idee, i commenti vanno inviati alla seguente e-mail:

voxpopuli@silvanozilli.com

 


Get the Flash Player to see this player.