Home Appunti - Bilješke La politica Sup(er)ina
La politica Sup(er)ina PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Giovedì 15 Ottobre 2009 00:00
“Nel corso di una cerimonia tenutasi nella redazione de «La Voce del Popolo», il console generale d’Italia a Fiume, Fulvio Rustico, ha consegnato al caporedattore responsabile del nostro quotidiano, Errol Superina, l’alta onorificenza dell’Ordine della Stella della Solidarietà italiana, con il titolo di Cavaliere. L’onorificenza, conferita a Errol Superina dal presidente della Repubblica Italiana, Giorgio Napolitano, su proposta del console generale Rustico, si configura, come rilevato nei diversi interventi, come un riconoscimento, non soltanto alla valida opera svolta dal caporedattore, ma anche a tutta la redazione che si è impegnata a fondo per il rilancio del quotidiano della comunità nazionale italiana” (riporta “La Voce del Popolo” del 15 ottobre 2009, nell’articolo di Dario Saftich dal titolo “Il Cavalierato conferito a Errol Superina riconoscimento per il rilancio della Voce. Al caporedattore l’onorificenza dell’Ordine della Stella della solidarietà italiana”). L’articolo riporta che:

-Fulvio Rustico ha aggiunto che “l’alta onorificenza è stata conferita innanzitutto a Errol Superina a titolo personale per la sua elevatissima professionalità e per il suo senso di dedizione al ruolo ricoperto, ma rappresenta pure un simbolico riconoscimento per i sacrifici profusi da tutto il collettivo”;
-Christiana Babić (portavoce della Giunta esecutiva dell’Unione Italiana, responsabile dei settori Informazione ed editoria e Affari giuridico-amministrativi e rapporti con i rappresentanti eletti della Comunità Nazionale Italiana, nonchè dipendente-giornalista de «La Voce del Popolo») ha sottolineato “i meriti del caporedattore responsabile per il rilancio del quotidiano e in particolare il fatto di aver reso «La Voce del Popolo» una sede lavorativa interessante per i giovani della comunità nazionale italiana”; e
-Errol Superina ha ringraziato tutti (il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il console generale d’Italia a Fiume, Fulvio Rustico, il direttore dell’Ente giornalistico-editoriale EDIT di Fiume, Silvio Forza, nonchè la redazione e i collaboratori esterni) e ha rimarcato che “siamo stati in grado di risollevare le sorti di un giornale che era giunto sull’orlo del precipizio, che aveva imboccato ormai il viale del tramonto” e che “noi abbiamo salvato «La Voce del Popolo»” e “dobbiamo affermarlo con orgoglio”.
Come abbiamo già avuto modo di asserire su queste pagine, e il caso citato ne è la dimostrazione, è proprio vero che in Italia un cavalierato o un commendatorato non si negano a nessuno.
Da parecchio tempo, l’unico quotidiano in lingua italiana in Croazia e Slovenia o meglio la politica redazionale de “La Voce del Popolo”, ossia del suo caporedattore Errol Superina:
-ha assunto il ruolo di portavoce, di megafono dei dirigenti “a vita” della Comunità Nazionale Italiana, che in questi anni hanno dimostrato di avere un’unica priorità assoluta: l’autoconservazione;
-tiene conto del fatto che appunto lor signori, in qualità di dirigenti “a vita” della Comunità Nazionale Italiana, rappresentano pure la garanzia di stabilità e prosperità finanziaria de “La Voce del Popolo” e, di conseguenza, anche la garanzia di stabilità e prosperità finanziaria per tutti coloro che sono i loro sostenitori e proseliti;
-è incentrata a riportare, solo e soltanto in modo positivo e spesso servizievole, le azioni importanti e meno importanti, significative e insignificanti, il possibile e l’impossibile sui dirigenti “a vita” della Comunità Nazionale Italiana;
-non si prodiga per l’affermazione di una libera, pluralistica, democratica, autonoma, responsabile ed esauriente informazione relativa alla Comunità Nazionale Italiana, bensì proprio il contrario, impedendo (non permettendo) la pubblicazione di opinioni, considerazioni, argomentazioni non in armonia con la politica e i desiderata dei dirigenti “a vita” della Comunità Nazionale Italiana.
Tenuto conto di quanto sopra riportato, il conferimento dell’alta onoreficienza da parte dell’Italia, nella persona del suo presidente Giorgio Napolitano, al caporedattore Errol Superina, si commenta da sè.
Ultimo aggiornamento Sabato 17 Ottobre 2009 17:47
 
hrvatskiitaliano

Manifesti

Vox populi

Il sito web è indipendente, in costante aggiornamento e soggetto ad ampliamento. Questo spazio è libero, gratuito e a disposizione di tutti coloro che vogliono rendere pubblica la propria opinione e che, purtroppo, non sono riusciti ad ottenere un riscontro positivo da parte dei mezzi d'informazione presenti sul territorio istro-quarnerino.

I pareri, le proposte, le idee, i commenti vanno inviati alla seguente e-mail:

voxpopuli@silvanozilli.com

 


Get the Flash Player to see this player.