Home Appunti - Bilješke “Lijepa naša domovino” e “Krasna zemljo, Istro mila” per i “nostri italiani di professione”
“Lijepa naša domovino” e “Krasna zemljo, Istro mila” per i “nostri italiani di professione” PDF Stampa E-mail
Scritto da Silvano Zilli   
Mercoledì 22 Settembre 2010 17:20
Per i “nostri italiani di professione”, che godono del consenso elettorale pari al 15,94% degli aventi diritto al voto (dei 37.659 elettori-appartenenti alla Comunità Nazionale Italiana in Croazia e Slovenia), settembre è stato un mese denso di appuntamenti ai massimi livelli, ossia si sono incontrati:
-il 6 settembre 2010 a Pola, con la Presidente del Governo croato Jadranka Kosor (“La Voce del Popolo” del 7 settembre 2010, “Si rafforzano i ponti tra Croazia e Italia: in grande evidenza il ruolo dell’UI. Caloroso l’incontro alla Comunità degli Italiani di Pola tra la Premier Jadranka Kosor e i massimi rappresentanti della Comunità Nazionale Italiana”, pp. 2-3);  
-il 12 settembre 2010 a Cittanova, con il Presidente della Repubblica di Croazia Ivo Josipović (“La Voce del Popolo” del 13 settembre 2010, “Un contributo a una Croazia aperta a tutte le culture. A Cittanova, alla presenza del Capo dello Stato Ivo Josipović, è stata solennemente inaugurata la nuova sede della Comunità degli Italiani”, pp. 2-3); 
-il 15 settembre 2010 a Zagabria, con il Ministro degli esteri italiano Franco Frattini (“La Voce del Popolo” del 16 settembre 2010, “Sono fondamentali il ruolo e le attività dell’Unione Italiana e del deputato CNI. I vertici dell’UI hanno incontrato a Zagabria Franco Frattini: esaminate le problematiche minoritarie”, p. 3);
-il  21 settembre 2010 a Pola, con il Presidente della Camera dei deputati del Parlamento italiano Gianfranco Fini (“La Voce del Popolo” del 22 settembre 2010, “Gianfranco Fini alla CNI: l’Italia vi è grata. Il Presidente della Camera dei deputati, accolto calorosamente alla Comunità degli Italiani di Pola dai connazionali”, pp. 2-3).
Come riporta la stampa, si è trattato di incontri cordiali, calorose strette di mano, solenni benvenuti e saluti, elogi, parole di apprezzamento, stima, rispetto e soddisfazione reciproci, collaborazioni buone e fruttuose, ecc. Tralasciando tali aspetti, come pure alcune sollecitazioni, alcuni auspici, qualche promessa, in tal contesto ci preme rilevare che, stando ai resoconti degli incontri riportati dai mezzi d’informazione, in merito alle tematiche importanti per la Comunità Nazionale Italiana nulla di concreto è stato né affrontato, né avviato e tanto meno deciso o risolto, e qui ci si riferisce ad importanti questioni ancora irrisolte, alcune delle quali vogliamo segnalare:
-la mancata costituzione del Tavolo tecnico da istituirsi presso il Ministero degli Affari Esteri italiano al fine di redigere la Legge d’interesse permanente ovvero Legge quadro dello Stato italiano in favore della Comunità Nazionale Italiana (impegno assunto dal Governo Prodi ancora nel settembre del 2007); 
-la mancata convocazione della (finora inconcludente) Commissione permanente interministeriale per l’attuazione dell’Accordo tra la Repubblica di Croazia e la Repubblica Italiana sui diritti delle minoranze, istituita ai sensi dell’Accordo Radin-Sanader/Kosor, al fine di affrontare concretamente il problema della mancata attuazione dell’Accordo italo-croato sui diritti delle minoranze a distanza di 12 anni dalla sua ratifica ed entrata in vigore (e specificatamente la problematica del bilinguismo, sia nelle autonomie locali bilingui sia in quelle non bilingui, ma esistenti e operanti sul territorio del nostro insediamento storico, da parte degli organi rappresentativi, delle istituzioni e delle aziende pubbliche sia locali, sia regionali e sia statali); 
-l’irrisolta questione dell’esenzione dal pagamento dell’IVA in Croazia per le donazioni dell’Italia a favore della Comunità Nazionale Italiana (pena la diminuzione del 23% -per il pagamento dell’IVA croata- degli investimenti e delle attività della Comunità Nazionale Italiana per la cui realizzazione è prescritto il pagamento dell’IVA a partire dal 1 gennaio 2010; in caso contrario, gli introiti dello Stato croato derivanti dal pagamento dell’IVA sulle donazioni dell’Italia risulterà maggiore dell’importo devoluto dallo Stato croato per le attività della Comunità Nazionale Italiana attraverso il Consiglio per le minoranze); 
-la questione relativa al confine di Schengen, di cui risente particolarmente il Buiese; 
-la questione in merito allo studio della lingua italiana, quale lingua dell’ambiente sociale, nelle istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado della maggioranza che esistono ed operano nelle autonomie locali bilingui; ecc., ecc.
Da rilevare, inoltre, che la solenne cerimonia di inaugurazione della nuova sede della Comunità degli Italiani di Cittanova (l’intervento è stato realizzato con il finanziamento del Ministero degli Affari Esteri italiano), alla presenza del Presidente della Repubblica di Croazia, Ivo Josipović, ha preso il via con l’esecuzione dell’inno nazionale croato e dell’inno istriano, interpretati dal “Cittanova vocale ensemble”, ossia senza l’esecuzione dell’inno della Comunità Nazionale Italiana, e ciò con l’approvazione dei “nostri italiani di professione”, ma anche dei rappresentanti dell’Università Popolare di Trieste, ente morale delegato dal Ministero degli Affari Esteri italiano (dal 1964) e dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia (dal 1978) a fungere da tramite nella destinazione dei mezzi finanziari per il mantenimento della lingua e della cultura italiane dell’unica minoranza nazionale autoctona che l’Italia può vantare al di fuori dei propri confini nazionali.

 
hrvatskiitaliano

Manifesti

Vox populi

Il sito web è indipendente, in costante aggiornamento e soggetto ad ampliamento. Questo spazio è libero, gratuito e a disposizione di tutti coloro che vogliono rendere pubblica la propria opinione e che, purtroppo, non sono riusciti ad ottenere un riscontro positivo da parte dei mezzi d'informazione presenti sul territorio istro-quarnerino.

I pareri, le proposte, le idee, i commenti vanno inviati alla seguente e-mail:

voxpopuli@silvanozilli.com

 


Get the Flash Player to see this player.